Harley Davidson tour between skyscrapers and deserts

Un viaggio in Harley Davidson in una destinazione fuori dal comune, partite con noi alla scoperta degli Emirati Arabi lungo un percorso che si snoda tra Dubai, Abu Dhabi, Al Ain e Fujairah.
Dalle città ultramoderne con i grattacieli più alti del mondo, ai villaggi nel deserto, dal confine dell’Oman alle splendide spiagge del Golfo Persico. Un clima perfetto per un break nel periodo autunnale e invernale, un’avventura on the road tra oasi e dune, lussuosi hotel, ottima cucina, souk vivaci e colorati mercatini per vivere un’esperienza davvero indimenticabile.


GIORNO 1: Arrivo a Dubai

Arrivo a Dubai secondo il vostro operativo voli, disbrigo delle formalità di ingresso e trasferimento in hotel situato nelle vicinanze della stazione di noleggio moto.

GIORNO 2: Dubai – Al Ain – 330 km

Dopo il breakfast in hotel ci rechiamo alla stazione di noleggio delle moto situata a pochi minuti di automobile.
Sbrighiamo velocemente le formalità di noleggio perché oggi dovremo percorrere parecchi chilometri, inoltre abbiamo diverse soste e visite in programma.
Direzione Abu Dhabi per raggiungere la magnifica spiaggia di Saadiyat Beach Club e fare la prima nuotata nelle acque calde e cristalline del Golfo Persico.

Ci dirigiamo poi verso l’Emirates Palace, un hotel che si è autoproclamato a 7 stelle e che merita una visita. Faremo una sosta per bere qualcosa nel suo bar sulla spiaggia. Andremo poi a visitare la magnifica Moschea, un luogo unico da scoprire assolutamente. La Grande Moschea dello Sceicco Zayed è una delle più grandi moschee del mondo, un’imponente opera d’arte architettonica che fonde intenzionalmente diverse scuole architettoniche islamiche. Comprende 82 cupole, oltre 1.000 colonne, lampadari dorati in oro 24k e il tappeto tessuto a mano più grande del mondo. La principale sala di preghiera è dominata da uno dei lampadari più imponenti al mondo.
Torniamo in sella alle nostre moto. Inizia la grande strada attraverso il deserto in direzione di Al-Ain.
Lunga, diritta ed “esotica”, la E22 attraversa il deserto, diversi villaggi e spesso vedremo i cammelli selvatici. Ai bordi di queste strade dove spesso ci sono cumuli di sabbia finissima.

Saliremo sul Jebel Hafeet, che è di gran lunga il sito più famoso e visitato di Al Ain. Con i suoi 1249 metri è la montagna più alta dell’Emirato di Abu Dhabi e la seconda degli Emirati Arabi Uniti. Alloggeremo al Grand Hotel Mercure Jebel Hafeet eretto molto vicino alla vetta. Il suo punto di osservazione panoramico e il suo ristorante-caffetteria Eden Rock Terasse sono luoghi ideali per stare lontano dalla folla.
Potremo goderci la piscina e una vista eccezionale sul deserto per un meritato relax dopo un’intensa tappa di 330 chilometri.

GIORNO 3: Al Ain – Fujairah – 295 km

Un magnifico risveglio in quota, dopo la prima colazione ci attende un’altra meravigliosa tappa. Carichiamo i bagagli, mettiamo in moto le nostre Harley Davidson e partiamo per salire in cima al Jebel Hafeet. Partendo dal Green Mubazzarah occorrono una ventina di minuti per salire i 13 chilometri di montagna su una bella strada tortuosa a tre corsie. Dalla cima è possibile ammirare la città di Al Ain e i territori dell’Oman.
La strada è sinuosa, molto divertente da percorrere in moto.

Partiamo poi verso Al-Aïn e il suo meraviglioso palmeto.
La visita dell’Oasi e del palmeto di Al Ain è una pausa rinfrescante con più di 100.000 palme da dattero irrigate utilizzando il sistema del falaj. Le parcelle sono private e circondate da muri in pietra. Appartengono a famiglie degli emirati che delegano la cultura ai propri dipendenti del subcontinente indiano.
Lasciamo Al-Ain, la quarta città più grande degli Emirati con una popolazione di oltre 766.936 abitanti. Prendiamo la E66 in direzione nord, la Route 66 degli Emirati. Seguiremo il confine con l’Oman, una destinazione che potrebbe essere un’idea per un prossimo viaggio. La strada è prosegue diritta attraversando il deserto e villaggi che hanno poco a che fare con il lusso e lo sfarzo di Dubai.
Cambio di strada per la E55 e ci dirigiamo verso Al Madam. Prendiamo poi la E44 verso le montagne e Hatta.
Ci fermeremo al grande bacino idrico di Hatta, una importante riserva d’acqua, bene prezioso negli Emirati Arabi Uniti. La diga di Hatta (Hatta Dam) è stata creata in mezzo alle montagne con lo scopo di controllare e fornire acqua alle piantagioni e alle abitazioni della regione. Da qui si gode di uno splendido panorama, è il punto ideale per fare una pausa.

Prendiamo la strada in direzione di Fujairah.
L’emirato di Fujairah è l’unico degli Emirati Arabi Uniti ad essere completamente rivolto non verso il Golfo Persico ma verso il Golfo di Oman. Molto montuoso, il suo territorio è formato da due enclavi abbastanza estese e da due piccole enclavi, una delle quali in cui la sovranità è condivisa con l’emirato di Sharjah. Confina con l’Oman e gli emirati di Ajman (enclave di Manama), Sharjah e Ras el Khaïmah.
Pernottamento a Fujairah, sul Golfo di Oman.

GIORNO 4: Fujairah – Bab Al Sham – 150 km

Dopo il breakfast partiamo per raggiungere la nostra spettacolare meta dove ci attende una serata magica.
Percorrendo la E102 arriviamo a Bab Al Sham, un eccezionale resort a 5 stelle. Un luogo indimenticabile dove trascorreremo la serata, la notte e anche parte della mattinata del giorno successivo.

L’hotel Bab Al Shams è uno dei resort più rinomati di Dubai. Il suo nome in arabo significa porta del sole, questo hotel è una vera porta di accesso al deserto di Dubai, un luogo davvero unico…
La reception e gli interni dell’hotel ricordano fortemente un palazzo arabo delle mille e una notte, sia nelle decorazioni dai colori vivaci che nei tradizionali mobili in legno massiccio o nei ricchi tappeti arabi, persino un cammello di bronzo di dimensioni reali, una tra le tante idee per una foto ricordo al Bab Al Shams Desert Resort & Spa.
La vegetazione lussureggiante che occupa il luogo è assolutamente incredibile, ci sono palme, cactus, piante di aloe vera e alberi in fiore. Un vero e proprio ecosistema nel cuore del deserto dove vivono numerose specie di uccelli, lucertole e altra fauna del deserto che potrete scoprire passeggiando tra i vicoli del resort.
Ceneremo sotto le stelle del deserto da da Al Hadheerah, intrattenuti da musicisti, ballerini e falconieri e gustando le tante specialità del buffet e del barbecue all’aperto, tra cui mezé caldi, kebab, pesce alla griglia o agnello.

GIORNO 5: Bab Al Sham – Dubai – 75 km

Una mattinata all’insegna del relax per goderci questo magnifico Resort, colazione con vista deserto sotto l’occhio vigile del cammello, ci godremo la piscina e qualche ora di relax orientale, dei momenti unici e indimenticabili.
Lasceremo le nostre camere verso mezzogiorno e partiremo in direzione di Dubai.
Una cinquantina di chilometri di deserto dalla grande città con i suoi grattacieli le sue auto di lusso e non solo…
Non ha molto senso andare in centro città con le moto perché la strada principale è un vero e proprio labirinto e rischieremmo di perderci, ci dirigeremo quindi verso la spiaggia che seguiremo fino alla Palma e al Burj-al-arab, il famoso hotel a forma di vela. Seguiremo il Golfo Persico e torneremo al centro di noleggio per restituire le moto.
Una volta sbrigate le formalità di rilascio delle moto, abbandoniamo il mondo dei motociclisti per dirigerci verso il nostro ultimo hotel nel centro di Dubai, il magnifico Sofitel Downtown*.

Sarete accolti da personale cortesissimo per accomodarvi nelle vostre camere e preparavi per la visita di Dubai.
Old Dubai è composta da due quartieri, Deira e Bur Dubai. Questi due quartieri si trovano su entrambi i lati di Khor Dubai, un braccio di mare che attraversa la città e chiamato anche “Dubai Creek”. A Deira ci sono i souk dell’oro e delle spezie, mentre Bur Dubai è meglio conosciuto per il suo suk di tessuti, i vecchi edifici e i monumenti.
Situato a pochi minuti dal nostro hotel, il Dubai Mall è stato aperto nel novembre 2008 ed è diventato il centro commerciale più grande e più visitato al mondo. Ha più di 1.200 negozi.
L’edificio è gigantesco, le decorazioni luccicanti, i negozi offrono di tutto e di più, vale sicuramente una visita senza per questo lasciarsi tentare dallo spendere una fortuna,
Al centro, scoprirete il Dubai Aquarium, un’enorme piscina di oltre 10 milioni di litri d’acqua, con circa 33.000 animali acquatici che rappresentano più di 140 specie!
Questo bacino misura 51 metri di lunghezza, 20 metri di larghezza e 11 metri di altezza!
È ora di sedersi a tavola e di godersi lo spettacolo delle Fontane di Dubai KO Las Vegas sulla terrazza di fronte al Burj Khalifa, il grattacielo più alto de lmondi che misura ben 828 metri.
Sulla via del ritorno potremo fermarci allo Tche Tche Café per bere un tè alla menta e, per chi vuole, fumare un narghilè prima di fare ritorno con calma al nostro hotel.

GIORNO 6: Volo di ritorno in Italia

Trasferimento in aeroporto in funzione del vostro operativo voli per il ritorno in Italia.


Quote di partecipazione

Quote di partecipazione per persona su base gruppo 10 partecipanti
A partire da 1.690 € (Coppia con 1 moto in camera doppia)
Partenze ogni sabato da Novembre a Marzo

LE QUOTE COMPRENDONO :

  • I trasferimenti aeroportuali a Dubai e i trasferimenti hotel – punto noleggio moto – hotel a Dubai.
  • N° 5 pernottamenti in hotel in camera doppia come da programma (breakfast incluso)
  • Il noleggio per 4 giorni di una motocicletta Harley Davidson con ritiro e riconsegna a Dubai con Assistenza stradale: 75/-AED al giorno (fornisce supporto in caso di guasto meccanico 24 ore su 24, 7 giorni su 7). Il traino è coperto fino a 350/- AED per evento. Copertura dell’esenzione per pneumatici a terra: 75/-AED al giorno (copre la sostituzione del pneumatico). Il traino è coperto fino a 350/- AED per evento. *Nota: se non accettato, il noleggiatore è responsabile della sostituzione con pneumatici nuovi (non ripariamo pneumatici a terra) e delle spese di traino/recupero. Assicurazione completa a responsabilità limitata: 75/-AED al giorno (Limita la responsabilità per eventuali danni fino a 5.000 AED negli Emirati Arabi Uniti e 8.000 AED al di fuori degli Emirati Arabi Uniti). *Nota: tutte le motociclette hanno solo una copertura verso terze parti. Senza l’acquisto della copertura “Assicurazione completa”, il noleggiatore è completamente responsabile per l’intero costo di riparazione se il noleggiatore è in colpa..
  • Il servizio di una guida esperta del percorso con veicolo di assistenza per il trasporto dei bagagli

LE QUOTE NON COMPRENDONO :

  • I voli e le tasse aeroportuali
  • I pasti e le bevande
  • Il carburante per le moto
  • Eventuali resort fees (tasse di soggiorno) da pagare in loco
  • Le mance e le spese personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “Le quote comprendono”
  • Le assicurazioni complementari per copertura sanitaria, bagaglio, annullamento viaggio.
  • Il deposito della cauzione per le moto (100$) restituiti alla riconsegna.